Home » Lettere mensili Governatore » Archivio home page » 24/06/2009: la Prima Donna alla Presidenza del Rotary Club di Cento

24/06/2009: la Prima Donna alla Presidenza del Rotary Club di Cento

24/06/2009: la Prima Donna alla Presidenza del Rotary Club di Cento - ROTARY CLUB di CENTO
il primo discorso da Presidente
di  ELENA VULTAGGIO POZZOLI

(24 Giugno 2009)

Care amiche, cari amici, cari rotariani, io non sono qui questa sera solo per porgervi un doveroso ringraziamento. A voi vada tutta la mia gratitudine perché la vostra benevolenza, la condivisione negli stessi ideali rotariani, la vostra fiducia nella mia fattività mi hanno eletta a rappresentarvi come Presidente di questo nostro bel Rotary Club. Sì perché il nostro Rotary è veramente bello, bello nella stima che godono i suoi soci che conservano in sé l’animo della nostra terra, accogliente, tollerante, generosa, bello nella serietà dei loro propositi, bello nella realizzazione dei loro progetti.

Io non sono qui questa sera solo ad accogliere con gioia la mia Presidenza, quella gioia di sentirsi utile agli altri, quella gioia che è in noi e nelle cose che attraverso essa possiamo fare.

Io questa sera sono, soprattutto, presente a testimoniare la mia missione, la mia funzione di servire il Rotary che il prestigioso ruolo assunto mi impone non come obbligo, ma come libera e felice scelta. La fortuna che ci ha fatto nascere e  vivere in una terra ubertosa e ricca, retta da leggi democratiche e civili non deve renderci miopi ai mali di quanti nelle varie parti del mondo sono oppressi e più sfortunati soffrono delle più elementari necessità. Poiché se loro cadono noi stessi cadiamo, in quanto incapaci di dar loro aiuto, di giovare al loro benessere, inabili di essere al loro servizio. Servire, contribuendo alla realizzazione di progetti internazionali, sanitari, idrici, di alfabetizzazione.

Facciamo nostre le parole che il nuovo presidente della Rotary International, John Kenny, ha pronunciato nel giorno della sua elezione: “Le comunicazioni fanno sembrare il mondo uno spazio più piccolo, ma ci sono ancora troppi che sono vulnerabili, senza casa, affamati, senza speranza. Con il nostro aiuto e dedizione io sono certo che possiamo tentare di aiutare la loro condizione. Facciamo in modo di non fallire”.

Il nostro poco, può essere molto per chi non ha avuto niente, ricordiamoci che la speranza è figlia della povertà; cerchiamo di non soffermarci troppo sulla figlia perché corriamo il rischio di dimenticarci della madre.

Servire, dunque, contribuendo anche alla realizzazione di progetti locali che coinvolgono il piccolo mondo della nostra comunità, di pretese più ridotte, ma non per questo di minor importanza e utilità.

Servire, ma aggiungo ”Servire in amicizia” questo è il motto della mia annata. Non credo che nel mondo vi sia poca amicizia, forse non la si sollecita molto, non la si accudisce abbastanza, non la si persegue a tutti i costi.

Ma è proprio così che deve essere e nel nostro bel Rotary club io sono certa che l’amicizia esiste perché la percepisco nelle parole dei suoi soci e nei loro atti, mai esuberanti, mai eccessivi, ma neppure mai poveri né sterili. Perché noi dalla nostra abbiamo una consapevolezza, sappiamo che nessun uomo è inutile, se allevia il peso di qualcun altro.

Amici, sproniamo dunque la nostra amicizia e asserviamola alla realizzazione degli obiettivi proposi nei vari settori d’intervento. La mia, la nostra annata ci vedrà impegnati su vari fronti, perché molteplici sono i teatri d’azione rotariani.

Sarò onorata di rappresentare la continuità di progetti avviati dai miei predecessori, mi vedrete propositiva nel proporne di nuovi che possano giovare alla nostra comunità, sarò in perfetta sintonia con le iniziative di service del nostro distretto avendo sempre ben viva l’attenzione alle direttive della R.I.

Vorrei che la nostra annata fosse più che mai “in amicizia” nelle nostre riunioni settimanali, poiché nostra deve essere la massima ciceroniana “Il piacere dei banchetti non si deve misurare dalla squisitezza delle portate, ma dalla compagnia degli amici e dai loro discorsi”.

Ma aggiungo, anche dal diletto che la serata può suscitare. Per questo le serate saranno diversificate, spaziando dalla medicina all’arte, dalla musica alla letteratura, dalla settima arte, il cinema, al fumetto, senza tralasciare l’economia reale.

Argomenti, mi auguro, piacevoli e stimolanti, di interesse tale da coinvolgere anche giovani e ospiti.

In tutto questo io non sarò sola, avrò dalla mia l’ausilio, il supporto e la collaborazione della mia equipe e di tutti voi, cari amici rotariani. Il mio Consiglio Direttivo che sono ansiosa di presentarvi ha una nota rosa al suo interno; non poteva essere diversamente essendone io il Presidente.

  • Riccardo Fava:  Past President
  • Carlo Malaguti:  Vice Presidente
  • Claudio Sabatini:  Vice Presidente
  • Carlo Rumpianesi:  Segretario
  • Carla Benvenuti Ludergnani:  Prefetto
  • Annalisa Bregoli:  Tesoriere
  • Rino Ghelfi:  Consigliere
  • Paolo Martinelli:  Consigliere
  • Claudio Sabatini:  Presidente Incoming

Fermi nella loro attiva collaborazione rimangono a presiedere le varie commissioni i cari soci:

  • Commissione Fondazione Rotary
  • Presidente: Giorgio Allegri                                                    
    Componenti: Dino Ghisellini, Enzo Malaguti, Guido Gilli
  • Commissione Relazioni Pubbliche
  • Presidente : Alberto Lazzarini
    Componenti: Salvatore Amelio, Alessandro Cavana
  • Commissione per l'Effettivo
  • Presidente: Mauro Cremonini
    Componenti: Giovanni Malaguti, Giorgio Tosi, Merli Vittorio 
  • Commissione Progetti di Servizio
  • Presidente: Annalisa Bregoli
    Componenti: Giorgio Allegri, Alessandro Tassinari, Roberto Pirazzi, Paolo Martinelli, Raffaella Cavicchi
    Sottocommissioni (Progetti di Servizio):
  • Rino Ghelfi (Borsa di studio Franco Zarri)
  • Giorgio Garimberti (Borsa di studio Marcello Ludergnani)
  • Commissione per l'Amministrazione del Club
  • Presidente: Claudio Sabatini
    Componenti: Dino Ghisellini, Roberto Govoni, Corrado Martelli, Carlo Corvini. 
Sottocommissioni (Amministrazione del Club):
  1. Massimo Battaglioli (Sito Web del Club)

Un caro ringraziamento va a Dino Ghisellini che volenteroso mantiene la funzione di Istruttore del Club e a Stefano Fiocchi per la delega ai Giovani del Rotaract e Interact.

Diamo, quindi, inizio all’annata e interessante e proficuo sia il suo svolgersi.

(I soci colorati in azzurro sono new‐entry nelle Commissioni)

Distretto 2072

Distretto 2072 - ROTARY CLUB di CENTO

area soci

area soci - ROTARY CLUB di CENTO

Rotaract Cento

Rotaract Cento - ROTARY CLUB di CENTO

Area Riservata

Area Riservata - ROTARY CLUB di CENTO