EVENTI DEL CLUB

Giovedì 12 Aprile 2018: … si parla di CISPADANA

Giovedì 12 Aprile 2018: … si parla di CISPADANA - ROTARY CLUB di CENTO

“O si accetta questa definitiva ipotesi di progetto oppure nemmeno i nostri nipoti vedranno la Cispadana finita”. Non ha più dubbi, Graziano Pattuzzi presidente di Autostrada regionale Cispadana, circa il futuro di questa arteria stradale che dovrebbe attraversare tutto l’Alto Ferrarese, proveniente dal Reggiano, per poi immettersi nel casello di Ferrara sud.  Dello stato dei “lavori” (si fa per dire) di questa fondamentale infrastruttura si è parlato a lungo nel corso della bella conviviale di giovedì 12 presieduta da Nicola Fabbri e preparata dal socio Paolo Martinelli. Pattuzzi (modenese, molti gli incarichi pubblici anche elettivi, già presidente della Provincia di Modena e sindaco di Sassuolo) ha dunque illustrato al folto pubblico la storia della Cispadana e soprattutto l’iter che ancora rimane (ce ne rimane eccome…) per giungere a dama. Se tutto andrà come deve – ma l’esperienza ci dice che sarà durissima - entro l’autunno del 2019 la Regione potrebbe approvare il progetto definitivo. Partirebbero poi gli espropri e tutta un’altra serie di provvedimenti, fino all’inizio dei lavori: dicembre 2020?  Infine 44 mesi di cantieri aperti.   Tutto questo per dare vita a un nastro autostradale di 68 chilometri  a due corsie e corsia di emergenza per senso di marcia, con tanto di caselli (Pilastrello e Poggio Renatico nella nostra zona) e stazioni di servizio. La vecchia Cispadana sarà in gran parte inglobata. Pilastrello sarà collegata con un asse nord sud a Cento e a Bondeno. L’ipotesi di traffico? L’ing. Rossano Ranuzzi, tecnico della società intervenuto con Pattuzzi, ha indicato in 20-24.000 i veicoli in transito giornaliero nei primi quattro anni per salire a oltre 40.000. I vantaggi dell’arteria? 11.000 veicoli pesanti non passeranno più per i centri abitati abbattendo così polveri sottili e favorendo fortemente la sicurezza sulle strade. Per giungere a Ferrara sud da Reggiolo (dunque dall’Autosole) si risparmieranno da venti a quaranta minuti e parecchi soldi. Ma c’è di più, ha detto Pattuzzi anche in risposta ad alcuni quesiti: la storia insegna che lo sviluppo avviene a fianco delle grandi strade. Va da sé che immobili e terreni cresceranno di valore. Quanto all’impatto ambientale, “sono stati effettuati molteplici studi che hanno riguardato vari ambiti” e ad essi si farà rigoroso riferimento in sede attuativa.

Per tutti questi motivi i rappresentanti dei comuni coinvolti, presenti all’incontro, hanno sostenuto con forza il progetto; e così ha fatto anche il consigliere regionale Marco Pettazzoni. Tutti quanti hanno anche invitato le associazioni di categoria a intervenire con più forza nella vicenda data l’enorme rilevanza che essa assume sia dal punto di vista economico che sociale.   Ma quanto costerà la Cispadana? Un miliardo e 400 milioni, di cui 300 a carico della società (che ne ha già spesi parecchi), 180 (a rate) dalla Regione e il resto da indebitamento anche se, Pattuzzi lo ha ammesso, si stanno cercando ulteriori fonti (altri soci, la Cassa depositi, la Bei o magari contributi pubblici). La ricaduta sul territorio, ha osservato Paolo Martinelli, va moltiplicata per tre: dunque varrà oltre 5 miliardi, un importo enorme.

Le origini del progetto datano mezzo secolo fa. Molte le idee e molte le chiacchiere fino al 2006. Poi la constatazione che i soldi per realizzare una strada a scorrimento veloce non c’erano e di qui la decisione di dare vita a una società che investisse facendo conto dei successivi pedaggi. Infiniti sono stati i progetti proposti, esaminati, fatti e rifatti, avanti e indietro fra Ministeri e conferenze dei comuni. Ma ecco, ora, la stretta finale.  Si spera. Alberto Lazzarini

 

FOTO

Alcune fasi della serata.

6-7-8 Aprile 2018: 3 ragazze del nostro CLUB al Rypen

6-7-8 Aprile 2018: 3 ragazze del nostro CLUB al Rypen - ROTARY CLUB di CENTO

In occasione del RYPEN 2018 svoltosi a Bertinoro  dal 6 al 8 Aprile, il nostro Club ha inviato 3 ragazze; questo ha fatto  si che l'organizzazione ha riconosciuto  il ROTARY CLUB di CENTO come "VIRTUOSO" in quanto ha inviato il maggio numero di partecipanti (assieme a Carpi).

 

FOTO

Giorgio Italo Minguzzi, Eleonora FAVA, Maurizio Marcialis, Sofia MANZALI, Andrea Bandini, Elisabetta SABATINI

Giovedì 5 Aprile 2018: si è parlato di ricerca

Giovedì 5 Aprile 2018: si è parlato di ricerca - ROTARY CLUB di CENTO

... Prossimamente

 

Rassegna stampa

 

Bollettini 2017/18

 

Attività recenti del Club

 

Archivio home page

 

Distretto 2072

Distretto 2072 - ROTARY CLUB di CENTO

area soci

area soci - ROTARY CLUB di CENTO

Rotaract Cento

Rotaract Cento - ROTARY CLUB di CENTO

Area Riservata

Area Riservata - ROTARY CLUB di CENTO